Rilanciamo i casino online legali

Purtroppo (oppure per fortuna direbbero i “benpensanti”), il settore online ha avuto una flessione di quasi il 30% dopo un “debutto” che poteva far pensare che ci sarebbe stato veramente un “boom” galattico. Invece, recenti studi presentati da famosi analisti danno risultati impietosi su questo settore: questo “calo del desiderio del gioco online” così vistoso preoccupa notevolmente gli operatori del settore anche se, inevitabilmente, bisognava aspettarselo: prima grande richiesta e grande partecipazione da parte del pubblico con conseguente “livellazione” della richiesta. Questo atteggiamento da parte dei consumatori non si evidenzia solo nel nostro Bel Paese, ma ovunque e quindi se si vuole parlare per proverbi “Mal comune, mezzo gaudio”…

Il “rimedio” a tutto questo innanzitutto è un intervento massiccio per contrastare i siti illegali che non offrono assolutamente tutela ai giocatori anche se gli stessi vengono “allettati” con promozioni, bonus ed altre alternative che rendono avvincenti i vari siti ed invogliano a “rischiare più del dovuto”. Altro “rimedio” è senza dubbio l’offerta, quindi una rivisitazione dei giochi più antichi proposti ed uno sguardo molto attento all’Europa in cerca di un partner per la liquidità internazionale ed il controllo, infine, della vastissima offerta di giochi sui social network molti dei quali sono davvero simili ai giochi online con vincita in danaro e, quindi, hanno tolto anch’essi mercato. Questa è la ricetta che suggeriscono i Monopoli di Stato per il rilancio del gioco online e se lo dicono i Monopoli sarà pure vero…